Letto: 142

Vediamo alcuni accessori di una mountain bike

Tra gli accessori mtb più importanti nella costruzione della mountain bike non possono sicuramente mancare delle componenti come: il manubrio, i freni e i pedali.

Il manubrio

Il materiale con cui viene costruito il manubrio dipende dal tipo di telaio della bicicletta, esso quindi può essere in : alluminio, acciaio, titanio, carbonio. La sua forma standard è dritta in alcuni casi arcuata, mentre la lunghezza dipende dalla larghezza delle spalle dell’ atleta.

Il manubrio della mountain bike può cambiare anche in base al tipo di disciplina, infatti là dove la velocità della pedalata non è fondamentale il biker solitamente utilizza un manubrio più largo che permette un miglior resistenza agli urti e un controllo migliore del mezzo. Nelle mountain tradizionali, quelle che non vengono usate per fare i percorsi su sterrati possono essere aggiunte delle appendici, simili a quelle delle bici da corsa.

I freni

Una delle principali caratteristiche che devono avere i freni per una mountain bike è quella di non lasciare che il fango si accumuli sulla ruota. Negli anni 90 venivano usati freni chiamati cantivevelver, tipici del ciclocross che sono stati poi sostituiti da i V-brakes, più leggeri ed economici che possiamo trovare sia su biciclette da competizione che su quelle normali. A partire dal 1997 si sono sviluppati i freni a disco idraulici, adatti per delle ruote con raggi che eseguono movimenti particolari fra il mozzo e il cerchio quando è in frenata. Con questo tipo di freno deve essere ben sorretto dal telaio della bici solitamente tramite l’ inserimento di una pinza.

Il freno a disco è stata una delle innnovazioni più importanti nel campo degli accessori per mountain bike, infatti la maggior affidabilità in staccata permette all’ atleta di raggiungere velocità maggiori e cimentarsi in discese ripide e tecniche senza correre grandi rischi.

I pedali

I pedali per mountain bike si dividono in due grandi gruppi:

  • Pedali flat o classici: presentano dei piccoli pioli che servono per non far scivolare il piede, anche in caso di maltempo.

Sono adatti per le classiche mountain bike dove è richiesta una guida più lineare o per percorsi dove bisogna appoggiare il piede per evitare delle cadute.

  • Pedali a sgancio rapido: vengono utilizzati con le apposite scarpette, con questo pedale il piede rimane ancorato al pedale aiutando in una pedalata più fluida.

Con questo tipo di pedale il biker aggancia il piede premendo sul pedale e lo sgancia grazie a delle torsine laterali, intorno all’ aggancio si trova unabase d’appoggio, che può essere più piccola nel cross country e più grande in discipline come il downhill e il freestyle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *